Versione francese, con Orfeo cantato da un tenore, anzi da IL tenore, Juan Diego Florez, lo uomino della mia vita (si fa per dire), che era in forma spettacolare. Come già vi ho detto numerose volte, la voce gli si è scurita e arrotondata, ha trovato un centro che è un po’ più in basso di dov’era prima; sempre molto in maschera, ma un po’ meno nel naso, con risultati splendidi. E poi, quando si lancia nella coloratura, ecco che si sente Rossini che fa capolino, la sua voce “di prima”, un po’ più nasale, agilissima, elettrizzante, lo squillo di tromba!

orchestra_alto
L’orchestra è lassù

La messa in scena era molto audace, l’orchestra sul palco, e se lo meritava abbestia, erano gli English Baroque Soloists diretti da JOHN ELIOT GARDINER!! Quindi orchestra in mezzo al palco, su una piattaforma che, a seconda, andava su e giù, posizionandosi in alto, o in pari sul palco, o in basso. I cantanti e i ballerini stavano, a seconda, dietro, davanti, in mezzo, o sotto l’orchestra. Gardiner dirigeva senza manco vederli, e loro vedevano lui su monitor astutamente piazzati in punti chiave del palco. I solisti dell’orchestra si alzavano in piedi durante i loro assoli, confermando la visione che l’orchestra era la star assoluta della serata. Il Monteverdi Choir stellare come sempre, mi ha strappato più di una lacrima.

La storia di Orfeo nel mito greco va così: l’amata sposa Euridice muore il giorno delle nozze; Orfeo, pazzo di dolore, prega gli dei e ottiene di andare, vivo, nell’Ade a riprenderla, a patto che non la guardi, e non le parli finché non sono fuori dagli inferi. Lui con il suo canto e il suono della sua cetra riesce a commuovere i demoni e le furie che lo lasciano entrare per riportarla tra i vivi, ma lui ovviamente si gira a guardarla e lei ritorna negli inferi per sempre. Nell’opera, aggiungono un lieto fine in cui il dio Amore, commosso dal dolore di Orfeo, fa risorgere Euridice ancora una volta e vivono tutti felici e contenti. In questa produzione, nel finale, nonostante i canti e i balli di gioia, Euridice ritorna negli inferi, e Orfeo viene lasciato solo, sul palco, con l’identica scena iniziale, il funerale di Euridice, e si capisce che tutta la vicenda è accaduta solo nella sua testa, è stato il suo modo di elaborare il lutto e rassegnarsi alla morte della sua amata. Interpretazione indovinata, secondo me, perché riporta la storia più vicina al mito greco.

La versione francese dell’opera comprende lunghi balletti (MOLTO lunghi). Io ho poca tolleranza per il balletto, lo capisco poco, però questa compagnia di ballo (di Hofesh Shechter) era veramente splendida.  Ballerini bravissimi, in particolare il balletto delle furie molto forte emotivamente. Ora, nel finale, dopo 40 minuti di ballo che a me sembra un po’ tutto uguale, sinceramente 2 zebedei così, però la musica è stupenda, quindi non mi lamento.

Di Florez vi ho già detto, aggiungo solo che è la prima volta che lo vedo in un ruolo veramente drammatico, ed è stato molto convincente. Ce la mette tutta, recita, e riesce a trasmettere una disperazione reale.  Splendida l’aria più famosa, subito dopo la seconda morte di Euridice, quando lui si è girato a guardarla (anche se dovrebbe lavorare ancora un po’ sul francese).

Il ruolo di Amore era di Amanda Forsythe, bravissima, in un completo giacca-pantalone dorato. Una voce veramente angelica, leggera ma bella rotonda, acuti appuntiti e perfetti. Molto, molto brava.

orphee_forsythe

Euridice era Lucy Crowe, che continua a prendermi in contropiede. Prima volta, a Londra (Susanna in Nozze di Figaro) l’avevo giudicata troppo metallica. Seconda volta, Glyndebourne, voce rotonda e morbida. Qui, di nuovo Londra, di nuovo una batteria di coperchi che casca per terra. Non capisco. Che sia l’acustica della Royal Opera House che non le si addice? A Glyndebourne il teatro è molto più piccolo, magari forza meno e la voce è meno metallica, non lo so. No, per carità, canta bene eh. Spesso riesce anche ad arrotondare, ma non sempre, a volte le escono degli acuti un po’ spampanati.

Insomma, una delle cose più belle che ho mai visto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...