Text_engl2
Barocco francese! Di nuovo! La mia ossessione sta prendendo il sopravvento. Marin Marais, insieme a Couperin, Rameau e Lully, è stato uno dei compositori più importanti di questo periodo. La sua Alcione (o Alcyone, a quei tempi non erano così ossessionati dall’ortografia come siamo oggi) è importante nella storia dell’opera, principalmente perché presenta la prima descrizione orchestrale di una tempesta. L’orchestrazione di Marais della tempesta in mare divenne enormemente famosa, e fornì il modello per tutti i temporali a venire nell’opera, fino all’Otello di Verdi. Eccola qui:

L’opera non è rappresentata spesso, da cui il viaggio fino a Parigi della Vostra fedele corrispondente per vederla. L’Opéra Comique è stata chiusa per restauro per quasi due anni, e ha riaperto proprio con quest’opera. E’ un teatro magnifico, piccolo, una splendida bomboniera. (Qua sotto qualche foto). Vi consiglio di andarla a visitare se capitate a Parigi.

Alcione11_venueAlcione12_venue

La trama si basa su un mito greco: Alcione, figlia di Eolo, re dei venti, e Ceice, re di Eraclea Tracinia, sono innamorati. Peleo, un grande amico di Ceice, è anche lui innamorato di Alcione, e si sente orrendamente in colpa per questo, mentre un vero cattivo, il mago Phorbas, nemico di Ceice per qualche ragione che non ho capito, trama contro di lui. Durante il matrimonio di Alcione e Ceice, Phorbas evoca tutti i demoni dell’inferno a interrompere la cerimonia e distruggere il palazzo, per convincere gli sposi che gli dei si oppongono al loro matrimonio. Poi suggerisce a Ceice di andare per mare fino al tempio di Apollo, a chiedere al dio di intercedere per loro. La nave fa naufragio (durante la famosa tempesta) e Ceice muore in mare, Alcione si suicida per il dolore e alla fine Nettuno decide di riportarli in vita e donare loro l’immortalità.

Alcione08.jpg
Apollo (Sebastian Monti) e due acrobati

La produzione è stata magnificata da tutti, ma a dire il vero mi ha lasciato un po’ freddina. Soliti vestiti moderni senza senso, tutti a piedi nudi, scenografia inesistente, un sacco di acrobati e ballerini. Ora, in tutta onestà, nell’opera barocca non si può fare a meno delle danze, e lo capisco. Il problema è che la gran parte dei balletti io li ho trovati noiosi e del tutto avulsi dal resto della rappresentazione, soprattutto dalla musica. Sarò io, che non capisco il balletto. Gli acrobati, però erano molto divertenti. Il tema principale era il mare, a cui la coreografia spesso alludeva, a volte tramite “onde” fatte con corde semoventi, oppure con marinai/acrobati che si arrampicavano su per delle cime o su dei pali come fossero alberi della nave. Tutto in anticipazione della tempesta, che è stata, in effetti, il culmine della rappresentazione.

Nella storia, la tempesta avviene in sogno, il sogno di Alcione, in cui lei vede la fine del suo amato. Quindi, l’intera scena avviene dietro a dei teli, che rappresentano le vele della nave, ed è animata da dietro, stile ombre cinesi, mentre Alcione è addormentata sul proscenio. Il coro dei marinai, che gridano terrorizzati, cantava dai palchi di barcaccia. Geniale!

ALCIONE -
Alcione (Lea Desandre)

L’orchestra Les Concert des Nations era diretta da Jordi Savall, il suo fondatore. Sono specialisti del barocco francese, e hanno fatto un lavoro splendido. Alcuni dei miei amici di Twitter trovano Savall un po’ noioso, e io in un certo senso lo capisco: si sente, preponderante, la ricerca della perfezione formale, e capisco come questo possa comunicare freddezza, mancanza di cuore. Per me personalmente, però, l’aderenza rigorosa ai paradigmi barocchi è ciò che produce magia; il distacco (quasi indifferenza) che questa perfezione comunica per me aggiunge, invece di sottrarre dal coinvolgimento emotivo. Ma io sono fissata col barocco, come sapete bene.

Alcione09.jpg
Ceice (Cyril Auvity) e Alcione (Lea Desandre)

Alcione era la giovane Lea Desandre, che ha solo 24 anni, e ha già cantato per William Christie, Emmanuelle Haïm, Paul Agnew e Jordi Savall!! E’ un fenomeno. La voce è molto bella, con tecnica perfetta e lo stile giusto. Forse le manca un po’ di spessore nel registro di mezzo, ma si farà. La sua caratteristica più interessante è la sua padronanza del ruolo, come si muove sul palco, e, in generale, la sua abilità come attrice. E’ veramente notevole, in un’artista così giovane. La seguirò.

Ceice, suo marito, era uno dei miei cocchini: Cyril Auvity! E’ un vero haute-contre, con una voce lirica, pura, acuti splendidi, e un’emissione facile e naturale. La sua padronanza dello stile francese è perfetta, è così a suo agio in questa musica. E’ un piacere guardarlo e sentirlo affrontare un lavoro così importante e consistente come bevesse un bicchier d’acqua. Lo adoro, lo ascolterei dalla mattina alla sera.

Alcione06.jpg

Marc Mauillon, baritono, era Peleo, l’amico traditore di Ceice. La sua voce ha un timbro molto particolare, molto metallico, con una proiezione incredibile, ma trafora un po’ i timpani, a volte. Forse rende meglio in un teatro più grande.

Il ruolo del mago malvagio, Phorbas, era interpretato dal basso Lisandro Abadie. Ha una parte molto bella, che gli ha fornito numerose opportunità di mostrare le sue abilità, che sono molte. Il baritono Antonio Abete, come Nettuno e Tmole, non è stato altrettanto convincente. La voce è bella, ma un po’ fuori controllo a momenti. Inoltre, lo stile non era proprio giusto, un po’ troppo vibrato. Tutti i ruoli “minori” hanno contribuito a una rappresentazione ottima. Menzione d’onore per il tenore Sebastian Monti, che, nel ruolo di Apollo e Morfeo, ha lasciato il segno.

E, infine, una parola per il coro, che aveva un ruolo molto attivo nella rappresentazione, partecipando alle danze e alle diverse coreografie. Erano tutti giovani e molto mobili in scena; alcuni chiaramente avevano studiato danza. Con tutti questi movimenti, cantavano comunque benissimo.

Viva il barocco francese! Come sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...