Ariodante – Salzburger Festspiele Pfingsten

Text_engl2
L’unica, la sola Cecilia Bartoli affronta per la prima volta il ruolo di Ariodante, a cinquant’anni suonati, e, naturalmente, lo bartolifica, come fa con tutto il resto. L’approccio suo e del regista Christophe Loy è molto interessante: l’opera diventa un’esplorazione dell’identità di genere, una riflessione su quanto la nostra percezione e interpretazione del mondo siano basate sul fatto che le persone appartengano a un genere binario e immutabile. Continua a leggere Ariodante – Salzburger Festspiele Pfingsten

L’angelo di fuoco – Opernhaus Zürich

Text_engl2
Ero a Zurigo per un viaggio di lavoro, e ho deciso di andare a vedere quello che offriva il teatro locale, che è uno dei miei preferiti in Europa. Quindi eccomi qui a recensire un’opera di Prokof’ev, che fa accapponare la pelle, scritta nel 1928, ma mai rappresentata fino al 1955: L’angelo di fuoco. Questo ritardo nella Prima fu dovuto alla trama, considerata blasfema e troppo violenta, per il pubblico dell’epoca. Devo dire che ho capito perché. Continua a leggere L’angelo di fuoco – Opernhaus Zürich

Evgenij Onegin – Opéra de Paris

Text_engl2
Evgenij Onegin è un’opera bellissima, che richiede due protagonisti solidissimi. All’Opera de Paris, l’altra sera, ce li avevamo, e il risultato è stata una rappresentazione meravigliosa. La super-diva Anna Netrebko ritorna al ruolo di Tat’jana, dopo il suo debutto solo qualche anno fa, e faccio sinceramente fatica a immaginare una cantante più adatta in questa parte. Nel primo atto Tat’jana è una ragazzina giovane e ingenua, che si innamora di Evgenij Onegin, appena conosciuto, e gli confessa il suo amore in una lettera. Continua a leggere Evgenij Onegin – Opéra de Paris

Il mio primo Ring – Kungliga Operan

Text_engl2
I miei fedeli lettori avranno notato che, sebbene io viaggi per tutta Europa a vedere le opere più oscure, finora ho attentamente evitato Wagner. Il mio atteggiamento verso la sua musica è sempre stato quello descritto da Woody Allen: “Non riesco ad ascoltare Wagner, mi viene voglia di invadere la Polonia.” Mi è sempre sembrato “troppo”. Si prende troppo sul serio, crede troppo fermamente che la sua musica sia importante. Le opere sono troppo lunghe, i ruoli troppo difficili. Troppe note. Continua a leggere Il mio primo Ring – Kungliga Operan

Ariodante – Barbican

Text_engl2
Ho comprato questo biglietto quasi un anno fa, quando Joyce DiDonato ha annunciato il suo tour europeo di Ariodante in concerto. Non ho mais sentito la DiDonato in Haendel, e quindi pregustavo. Ahimè, ha disdetto qualche mese fa, a causa di un intervento chirurgico programmato. Ho deciso di andare lo stesso perché:

  1. Ariodante!!!
  2. la sostituta era Alice Coote, una cantante che non ho mai sentito dal vivo, ma in registrazione mi è sempre piaciuta molto.

Continua a leggere Ariodante – Barbican

Menu del giorno: Semiramide con Fagioli

Text_engl2
Di solito non scrivo recensioni di opere che vedo in TV, o in DVD, ma questa volta voglio fare un’eccezione. L’Opéra national de Lorraine à Nancy ha presentato una messa in scena di Semiramide, di Rossini, diffusa sul sito di Culturebox l’11 maggio (grazie!). Semiramide è un lavoro monumentale; è considerata l’ultima opera barocca, e rappresenta un ostacolo difficile da scalare per i cantanti: almeno i quattro cantanti principali devono affrontare una partitura difficilissima, con una coloratura impossibile, dettagli interpretativi intensi, e, semplicemente, un ammontare di musica assurdo. Continua a leggere Menu del giorno: Semiramide con Fagioli

Alcione – Opéra Comique

Text_engl2
Barocco francese! Di nuovo! La mia ossessione sta prendendo il sopravvento. Marin Marais, insieme a Couperin, Rameau e Lully, è stato uno dei compositori più importanti di questo periodo. La sua Alcione (o Alcyone, a quei tempi non erano così ossessionati dall’ortografia come siamo oggi) è importante nella storia dell’opera, principalmente perché presenta la prima descrizione orchestrale di una tempesta. L’orchestrazione di Marais della tempesta in mare divenne enormemente famosa, e fornì il modello per tutti i temporali a venire nell’opera, fino all’Otello di Verdi. Eccola qui: Continua a leggere Alcione – Opéra Comique

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: